News

La Difesa per la stabilità internazionale 4 Febbraio 2018

La Difesa per la stabilità internazionale

Per difendere il nostro Paese da minacce esterne c’è bisogno di essere presenti nelle aree instabili del mondo ma anche vigili in patria: i nostri militari in missione sono quasi 7000 e vanno a sommarsi agli altrettanti 7000 che lavorano per la sicurezza sul suolo italiano. Un impegno reso più intenso negli anni in cui il terrorismo ha lanciato i suoi proclami di morte anche sulle nostre capitali. Anche per questo nel mio mandato di Ministro della Difesa ho lavorato per rafforzare il punto di vista dell’Italia in alleanze come la NATO e per rendere sempre più concreto un sistema di difesa comune europea.

Roberta Pinotti con i lavoratori Fincantieri a Riva Trigoso 3 Febbraio 2018

Varata a Riva Trigoso la nave Marceglia per il programma FREMM

Varata a Riva Trigoso la nave Antonio Marceglia, la Fregata Europea Multi-Missione commissionata dalla Marina Militare a Fincantieri. La Difesa è un fondamento primario dello Stato e negli ultimi anni abbiamo scelto di rafforzarla anche investendo più risorse, perché sappiamo che le minacce sono aumentate e che non possiamo abbassare la guardia. Ma investire sulla Difesa vuol dire anche investire sulla competitività del Paese e delle sue aziende: nel 2011 Fincantieri rischiava di chiudere dei cantieri e oggi invece può continuare a portare nel mondo l’eccellenza italiana.

La Difesa per innovazione e crescita 28 Gennaio 2018

La Difesa per innovazione e crescita

Le aziende e i lavoratori del settore Difesa producono lo 0,8% del PIL nazionale e fanno avanzare l’Italia anche in termini di innovazione. Il lavoro di ricerca che svolgono è fondamentale e come Ministero abbiamo voluto attivare accordi con università e scuole di alta formazione per far sì che le competenze del settore Difesa potessero essere messe a disposizione dei cittadini e della crescita del Paese.

Sergio Mattarella con Liliana Segre 27 Gennaio 2018

Giorno della Memoria 2018, a 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali in Italia

80 anni fa lo Stato fascista emanava le leggi razziali, un’onta nella storia del nostro Paese. Si arrivò poi allo sterminio sistematico di ebrei, oppositori politici e altri gruppi sociali considerati inferiori e ritenuti un ostacolo per il progresso della nazione. I cieli d’Europa si macchiarono del fumo nero dei forni crematori e oggi vediamo tornare quel fumo nero ogni volta che nelle nostre società si ripresentano espressioni di odio e di razzismo. Abbiamo il dovere di ricordare e abbiamo il dovere di non restare indifferenti.

Roberta Pinotti firma il nuovo contratto per le Forze armate, di sicurezza e di polizia 26 Gennaio 2018

Un nuovo contratto per le Forze armate, di sicurezza e di polizia

Dopo 9 anni di blocco, abbiamo sottoscritto un nuovo contratto per le Forze armate, di sicurezza e di polizia. Un segnale di forte attenzione da parte del Governo per un comparto a cui in questi anni abbiamo chiesto sforzi straordinari e da cui abbiamo ricevuto risposte straordinarie. Con il nuovo contratto, per la prima volta e in modo significativo, la cosiddetta “specificità” dei lavoratori del comparto Difesa e sicurezza viene riconosciuta a livello economico. Una scelta precisa del Governo che va a sommarsi all’investimento importante - più di un miliardo - sul riordino delle carriere.

La Difesa vicino ai cittadini 21 Gennaio 2018

La Difesa vicino ai cittadini

Tra gli elementi che hanno caratterizzato il mio mandato negli ultimi 4 anni c'è soprattutto la volontà di far sentire la Difesa e le nostre Forze Armate il più vicino possibile agli italiani. Abbiamo visto molte uniformi durante eventi terribili come terremoti o alluvioni, ma i cittadini sanno di poter contare sui nostri militari in qualsiasi momento e per qualsiasi necessità. Questa idea di una Difesa vicina agli italiani si è espressa anche attraverso altre iniziative. Ho voluto raccontarle in un video.