10 Maggio 2018

Il mio saluto a uomini e donne dell’Aeronautica e al personale SGD e DNA

Oggi ho salutato e ringraziato il personale del Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale Armamenti, gli uomini e le donne dell’ Aeronautica Militare, lo Stato Maggiore della Difesa, i vertici militari e civili del ministero della difesa.
Il personale del Segretariato ha svolto un lavoro che ha reso l’Italia più forte nel mondo e la Difesa sempre più adatta alle sfide attuali e del futuro. Un lavoro ben studiato, con un progetto chiaro, che ha consentito un’internazionalizzazione intelligente di cui siamo tutti straordinariamente soddisfatti.
Ho incontrato i militari dell’Aeronautica e il personale civile e li ho ringraziati per questi anni vissuti insieme. In Italia, nelle relazioni con le altre forze armate e nelle missioni internazionali hanno sempre avuto lo sguardo rivolto al futuro, guidati dalla positività di chi è consapevole della qualità del servizio svolto. Un servizio che contribuisce giorno dopo giorno ad aumentare la credibilità internazionale del nostro Paese. Il mio più sincero ringraziamento per il lavoro che stanno svolgendo e che continueranno a svolgere nei prossimi anni.
Prima da Sottosegretario di Stato alla Difesa e poi da Ministro, ho trascorso con tutti loro gli ultimi cinque anni. Anni in cui abbiamo fatto tantissime cose, sempre per il bene del Paese. Un tempo politicamente lungo, ma che – grazie all’entusiasmo, all’intensità delle attività, alla stima e all’affetto ricevuto – ho percepito come breve. Durante questi anni ho cercato di portare avanti il mio incarico con disciplina e onore, sentendo tanta responsabilità sulle spalle e vivendo momenti intensi e solenni che porterò sempre con me.

Condividi: