22 Settembre 2016

Con il contingente italiano ad Herat, in Afghanistan

La prima volta che ho parlato di fronte ad un contingente schierato è stato dieci anni fa ad Herat, in Afghanistan, quando ero presidente della Commissione Difesa. Nei giorni scorsi sono tornata ad Herat da Ministro e ho avuto modo di apprezzare, ancora una volta, il valore umano e professionale dei militari italiani. Respirare l’aria che respirano ogni giorno gli uomini e le donne impegnati in operazioni internazionali è, come sempre, una grande emozione. Ho ascoltato le loro storie e le sensazioni che provano lavorando lontano da casa per lunghi periodi. Ho letto nei loro occhi la fierezza di onorare il giuramento prestato, consapevoli di contribuire alla sicurezza internazionale. E infine, nota personale, per la prima volta ho avuto l’occasione di praticare il mio hobby preferito – la corsa – in un Teatro operativo, insieme ad alcuni rappresentanti del contingente. È stato un modo per conoscerli più da vicino e farsi coinvolgere dalla loro allegria mentre intonano i canti bersagliereschi. Grazie dal profondo del cuore, a nome di tutti gli italiani.

Condividi: