Roberta Pinotti all'Istituto Affari Internazionali con Paolo Valentino e Federica Mogherini
30 ottobre 2017

Allo IAI per parlare di difesa europea con Federica Mogherini

Sul tema della Difesa europea abbiamo fatto più passi in avanti negli ultimi mesi che negli ultimi 60 anni. Ci sono stati certamente fattori esterni come la Brexit, le posizioni di Trump e soprattutto le minaccia terroristica che hanno favorito un’accelerazione del processo, ma la determinazione politica è stata fondamentale. Quella dell’Italia, che insieme a Francia, Germania e Spagna, è andata avanti con tenacia e coraggio su proposte inclusive in materia di sicurezza e Difesa, e quella dell’Unione europea, che grazie all’impegno dell’Alto Rappresentante Federica Mogherini ha saputo collaborare con la NATO. Non c’è contraddizione tra il potenziamento della Difesa europea e i sistemi di Difesa nazionale, credo invece che sia vero il contrario. Abbiamo finalmente l’occasione di rendere concreti dei meccanismi di cooperazione rafforzata tra i Paesi più determinati e insieme a Federica e alle colleghe Florence Parly, Ursula von der Leyen e María Dolores De Cospedal insisterò su questa strada nelle prossime settimane. Ringrazio l’Istituto Affari Internazionali per aver organizzato oggi un importante momento di confronto proprio insieme a Federica Mogherini e ai tanti che hanno voluto partecipare al convegno “Europa più Difesa”.

Condividi: