21 aprile 2017

Con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma

Questa mattina insieme al Presidente Mattarella ho incontrato le Associazioni Combattentistiche e d’Arma in vista del ‪25 aprile‬. Ai loro rappresentanti deve andare il nostro ringraziamento più sincero per il costante impegno nel custodire le tradizioni e i valori della Difesa e della Resistenza. Fu grazie ai militari, alle formazioni partigiane, ai comuni cittadini, se gli italiani riuscirono ad assaporare appieno “il miracolo della libertà” e della democrazia di cui godono ancora oggi. Eppure c’è ancora molto da fare: in diverse parti del mondo si aggirano fantasmi simili a quelli che generarono i mostri del totalitarismo nel secolo scorso e si verificano episodi di inaccettabile violenza mascherati dall’uso distorto e strumentale di simbolismi religiosi, l’ultimo ieri sera a Parigi. E proprio perché noi Italiani abbiamo conosciuto la perdita della libertà e della democrazia, oggi rispondiamo sempre quando la Comunità internazionale ci chiama a contribuire con le nostre donne e i nostri uomini per sostenere altri popoli che lottano contro regimi che non rispettano i fondamentali diritti umani. Come Ministro e come cittadina italiana sono orgogliosa del modo in cui le donne e gli uomini della Difesa di oggi portano avanti il testimone di libertà, di democrazia, di sicurezza e di progresso sociale e civile che è stato loro lasciato in eredità dagli eroi della Guerra di Liberazione e dai tanti militari che li hanno preceduti.
Viva le Associazioni Militari!
Viva le Forze Armate!
Viva l’Italia

Condividi: